CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on TumblrEmail this to someoneShare on LinkedInPin on Pinterest

La ricerca di successo e approvazione personale sono desiderio di qualsiasi individuo.

Una persona fiera di se stessa è una persona migliore che può far sentire bene anche chi la circonda!

Per avere successo nel lavoro, nello studio ma anche in qualsiasi altro ambito della vita è necessario seguire alcune regole suggeriteci da sociologi e manager di alto livello ma che possiamo tranquillamente ravvisare anche nella nostra esperienza di ogni giorno!

REGOLA PRIMAComincia dalla fine

Stabilisci il tuo punto d’arrivo, l’obbiettivo che vuoi raggiungere e fissalo in maniera scritta su di un foglio, meglio se con un colore… una scritta colorata e spessa ti ricorderà l’importanza e il peso che quella parola ricopre nei tuoi desideri.

Una volta fatto ciò procedi a ritroso fissando tutte le tappe che ti permetteranno, passo dopo passo, di raggiungere il tuo traguardo e che dovrai naturalmente impegnarti a rispettare nel corso del tempo!

REGOLA SECONDA Valuta la priorità.

Qualora gli impegni siano numerosi è necessario valutare attentamente quali siano più importanti, quali richiedano maggiore tempo e quali maggiori energie…Una volta elencati per importanza il passo successivo sarà quello di rimboccarsi le maniche.

  • Da questa importantissima strategia deriverà  un uso intelligente ed ottimizzato del tempo a disposizione che  permetterà di risparmiare energie!

Un principio applicabile al massimo anche allo studio:  30 pagine da studiare per la verifica del giorno seguente? No problem… dividete in numeri precisi per ora le pagine necessarie a terminare la vostra attività nel tempo che avete a disposizione o che ritenete sia necessario per ottenere un buon lavoro  dopodiché fissate delle PAUSE… non perderete tempo anzi, vi aiuterà a rilassare la mente in vista delle ore successive! Ricordate… meglio perdere un quarto d’ora che due ore perché esausti.

Naturalmente, la parola d’ordine sarà …RISPETTARE la scaletta di marcia

REGOLA QUARTA– Flessibilità.

Davanti a situazioni poco favorevoli è necessario cercare di barcamenarsi al meglio soprattutto se la situazione non permette modifiche o meglio ancora se si dimostra a nostro svantaggio.

Questo è strettamente legato all’essere proattivo… ovvero alla capacità di aggirare “idealmente” eventuali ostacoli alla ricerca di soluzioni più semplici e veloci, diciamo, una sorta di punto debole del problema.

Immaginate di dover andare a cena fuori ma vi scordate di prenotare il ristorante che tanto vi piace; decidete comunque di tentare la fortuna ma a vostro malgrado il locale è tutto pieno. Per non deludere la persona che vi accompagna di certo non tornerete a casa ma sceglierete un altro ristorante dove cenare!

Trovare soluzioni alternative che comunque vi giovino è quello che significa essere proattivi.

REGOLA QUINTA– Costruisci rapporti sani e intelligenti

Costruisci rapporti sani ed intelligenti con le persone che conosci; Compi gesti gentili a prescindere dall’individuo e dalla storia che vi lega! Una persona gentile, educata e disponibile è sempre vista con grande rispetto e ammirazione.

Metti da parte acidità e toppa sicurezza … sono sentimenti che ti impediscono di perseguire la tua strada!

Se ti devi rivolgere ad una persona più matura usa sempre il ”LEI”, questo ti permetterà di mantenere le giuste distanze, rispetto ed è, soprattutto,  buona regola d’educazione. Continua fino a che non sia la persona stessa, nell’eventualità dei casi, a darti la possibilità di instaurare un dialogo meno formale.

REGOLA SESTA – l’Ascolto

Durante un confronto non alzare mai la voce o perdere il rispetto verso gli altri.. Abbandonare la calma è sinonimo di debolezza e poca intelligenza! Ascolta fino alla fine e in MODO ATTIVO il tuo interlocutore; se necessario ripeti pure a parole tue ciò che credi abbia detto in modo da essere sicuro di non travisare quello che intende.

Lo step successivo è quello di formulare la tua idea.. chiara, semplice, concisa! Usa termini ricercati solo se ne hai buona padronanza, attenzione a verbi e grammatica nel generale!

REGOLA SETTIMA– Occhio al look

Non è necessario vestire alla moda, l’importante è dimostrare ordine, cura e pulizia.

Attenzione a cappelli unti, abiti sgualciti o smalto rovinato che danneggiano profondamente l’immagine personale! Dare l’idea di una persona pulita e ordinata fuori significa trasmettere di esserlo anche all’interno.

REGOLA OTTAVA– La stretta di mano

Quando ti presenti per la prima volta ad una persona, il modo in cui stringi la sua mano trasmetterà molte più informazioni di quelle che credi! Una stretta di mano sicura e convinta predispone l’interlocutore (che non se ne renderà conto) ad osservarti con maggiore ammirazione.

Questa regola, in particolare, trova fondamenti su materia psicologica e relazionale.

REGOLA NONA– Non esistono limiti

Non essere tanto sciocco da porti limiti da solo, la vita non mancherà dall’ anteporti ostacoli e difficoltà.

Nel vocabolario di una persona di successo non esiste la frase :” Non ne sono in grado”.. Bandiscila, può solo che recarti maggiori danni.

Se non sei riuscito nella tua impresa, al primo tentativo ,significa che non hai dato il massimo.

Limitarti a nasconderti dietro le tue incapacità è solo un modo per esonerarsi dalle critiche ma che non ti porterà, di certo, onore.

Seguire queste semplici regole sarà facile e divertente;  Vi renderete conto di come così poco possa cambiare di così tanto i vostri risultati e successi.

Se siete ulteriormente interessati potete leggere il seguente libro :”Le regole fondamentali per avere successo” nel quale queste norme sono trattate in maniera più approfondita correlate, inoltre, da esempi.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on TumblrEmail this to someoneShare on LinkedInPin on Pinterest
Categories: Scuola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *