CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on TumblrEmail this to someoneShare on LinkedInPin on Pinterest

La  moneta complementare nacque nel 1931 nel sud della Svizzera due anni dopo la crisi del  “29 proveniente dagli Stati Uniti. questa moneta si chiama Wir ed è ancora in uso in minuscole zone della Svizzera.

Pro e contro

A favore della moneta complementare c’è il fatto che nessun ente esterno come ad esempio il  Governo può decidere su essa o punire chi ne fa uso però essa non può sostituire la moneta vigente  nel paese.

La moneta complementare  è un mezzo che può esser utilissimo  alle imprese in quanto in questa maniera le aziende decidono autonomamente il valore dei beni e servizi che si scambiano  nel circuito reale della comunità

In Italia

Nel Belpaese arrivò solo settanta anni dopo che in Svizzera cioè nel 2001  a conferma del fatto che in Italia si è sempre in ritardo.

Essa arrivò a Brescia dove tutt’ora è in uso nella BeXB . Il problema grave è stato che per oltre dodici anni nessuno ha dato seguito a questa impresa rimanendo nell’Euro e in molti casi purtroppo percossi dal sistema tributario e dall’Euro fino a fallire.

I primi “seguaci” della BeXB  arrivarono soltanto nel 2015 e furon quattro amici sardi stanchi di questa fuga di cervelli che ha colpito l’Italia e dopo essersi informati e aver capito che ne valeva la pena  crearono la loro moneta complementare  denominata poi Sardex in onore della loro terra di provenienza.

Un dato che ci fa ben sperare è che nel Belpaese nel 2016 oltre 3100 imprese la utilizzano e pensare che l’anno precedente queste /aziende/imprese non erano neppure 1000

Ad esprimere un opinione favorevole pochi mesi fa ci fu un illustre carica italiana ovvero Virginia Raggi sindaca di Roma appartenente al Movimento 5 Stelle  dicendo che con la moneta complementare la crisi italiana si potrebbe decisamente attenuare

Io personalmente mi trovo d’accordo con la Raggi pur sapendo che non sarà facile convincere gli italiani ad una nuova moneta e ai più sconosciuta e quindi saranno necessarie numerose e prolungate opere di convincimento basandosi pur solamente sui dati positivi di questa moneta e le conseguenze della moneta attuale

Bianco Alessandro 4^RIM

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on TumblrEmail this to someoneShare on LinkedInPin on Pinterest
Categories: Senza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *